AREA LINGUISTICO-ESPRESSIVA
Tutta la metodologia è ovviamente imperniata sulla espressività plastica. Ciò risulta utile nel primo ciclo come veicolo alternativo al ''verbo'', per comunicare; specialmente per quei bambini che hanno difficoltà di espressione orale. A questi soggetti è stato richiesto di raccontare con la creta fatti loro accaduti e sentimenti inespressi. Essi hanno saputo spesso oggettivare tutto ciò in elaborati plastici, con una ricchezza tale di particolari da fornire a noi operatori scolastici una chiave di lettura per programmare quegli interventi necessari, mirati all'apprendimento della lingua orale e scritta. Dopo aver letto un brano in classe, è stato proposto di ricostruire la scena descritta. La successiva verifica della comprensione del testo, ha messo in evidenza una maggiore ricchezza di particolari ricordati e una struttura linguistica più corretta e chiara, rispetto agli elaborati che non avevano usufruito di questo strumento operativo.

Educare ad apprendere a fare PHLEOARGHILLOPEDIA
AREA PSICOAFFETTIVA – Sentimenti Universali
AREA LINGUISTICO-ESPRESSIVA
AREA LOGICO MATEMATICO-SCIENTIFICO
EDUCAZIONE SESSUALE
AREA STORICO-ANTROPOLOGICA GEOGRAFICO-
    AMBIENTALE
www.sandrafiorentini.com